TNT blogInconcepibile e disgustoso come il Governo francese sia prono alle aspettative delle Major, mettendo a loro disposizione, oltre ai soldi dei contribuenti per finanziare l’HADOPI, anche le Ambasciate per interferire sull’opinione dei parlamentari di altri paesi.

Come se non bastasse la delusione di aver visto la Commissione di conciliazione sul Pacchetto Telecom voler rimettere in discussione solo il famigerato ex emendamento 138 per tentare di abolirlo o di renderlo inefficace, così consentendo politiche di giustizia sommaria e distacco dalla rete per i sospetti di condividere in rete opere coperte da copyright, veniamo anche a sapere che il governo francese muove anche le ambasciate per fare pressioni sui parlamentari di altri paesi affinché adottino quella che a loro pare essere l’unica efficace strategia contro il file sharing.
Il prestigioso giornale francese “Le Monde” riprende l’articolo di un quotidiano svedese, il quale nell’edizione di lunedì ci informa che la deputata liberale Camilla Lindberg, nota per essere fortemente contraria alle ignobili politiche che Sarkozy ed il suo governo sono decisi a portare a compimento, è stata contattata dall’ambasciata Francese a Stoccolma nel merito di quanto contenuto nel pacchetto telecom che diventa ostacolo alla legge HADOPI2. Nonostante l’ambasciata francese smentisca di aver tentato di influenzare la parlamentare e che tale incontro è avvenuto solo allo scopo di conoscere meglio la sua posizione, è evidente che ormai si stia in tutti i modi cercando di convincere i non allineati a non ostacolare il progetto della dottrina Sarkozy. Un governo può, se vuole, parlare e stringere accordi con altri governi, ma tentare di forzare l’orientamento di singoli parlamentari è una scorrettezza alla quale non si dovrebbe mai ricorrere, non c’è da stupirsi che simili strategie siano in corso anche da parte delle altre ambasciate europee, e non mi stupirei se anche Cassinelli ricevesse presto un invito dall’Ambasciatore francese.

Non ho parole per esprimere con francesismo il mio disgusto a quanto sta accadendo.

Share