ACTA, il trattato negoziato in segreto che mina la struttura di Internet e il software libero, è stato firmato da Stati Uniti, Giappone e 22 stati dell’Unione Europea, Italia compresa. Per protesta e per sensibilizzare l’opinione pubblica TNT Village, la più grande comunità di ScambioEtico in Italia, chiuderà per gran parte della giornata di sabato 11 febbraio aderendo alla Giornata Mondiale contro ACTA.

Sabato 11 febbraio 2012 sarà la Giornata Mondiale contro ACTA.

ACTA (Anti-Counterfeiting Trade Agreement) è una minaccia globale per la libertà e mira a distruggere l’infrastruttura di Internet e il libero scambio delle informazioni. ACTA criminalizza persone, strumenti, tecniche e piattaforme di condivisione come i blog, i network peer to peer, il free & open source software e altre tecnologie che contribuiscono a disseminare cultura e conoscenza, come ben spiegato anche da questo articolo di Arturo Di Corinto.

ACTA è stato negoziato in segreto ed è stato recentemente firmato dai governi di Stati Uniti, Giappone e 22 paesi dell’Unione Europea, Italia compresa, senza che i parlamenti nazionali potessero esaminarlo. Se il Parlamento Europeo dovesse approvare il trattato, ACTA sarà legalmente vincolante e verrà implementato in tutta l’Unione Europea. Al contrario, se dovesse rigettarlo, ACTA non potrà entrare in vigore nell’Unione Europea.

In occasione della Giornata Mondiale contro ACTA, TNT Village resterà chiuso per protesta.

Con questa iniziativa TNT Village intende sensibilizzare l’opinione pubblica e si auspica che sempre più cittadini si mobilitino contro questo pernicioso trattato.

Ulteriori riferimenti oltre alla sezione dedicata in questo blog (tag “ACTA”): Wiki La Quadrature du Net

Share